Ammollo dei salici

La differenza di tempo per l'ammollo dipende essenzialmente da: presenza o meno della pelle sui rami, temperatura dell'acqua e grandezza dei rami.

Per i rami secchi con pelle bisogna effettuare un ammollo prolungato da 4 a 10 giorni o anche più, a seconda della temperatura dell'acqua e della grandezza dei rami. Più è calda l'acqua e meno tempo ci vuole perché i rami siamo belli flessibili; indicativamente in estate, per rami da 1.20 m con pelle, ci vogliono 5 o 6 giorni, in inverno almeno 8 giorni (sempre con temperature sopra lo zero).

Conviene in ogni caso verificare se sono al punto giusto prima di utilizzarli prendendo il piede di uno dei rami (la parte grossa) e piegandolo a gomito, non si deve spezzare e le fibre devono seguire le curva.

Se sono ben ammollati si lasciano fuori dall'acqua a sgocciolare in piedi o coricati per qualche ora, o ancora meglio per tutta la notte, e poi sono pronti per l’utilizzo; resteranno flessibili per almeno 4 giorni se tenuti sempre all'ombra.

L'ammollo dei salici senza pelle è molto più rapido, se si mettono a bagno si possono togliere dopo 30 minuti - 2 ore (a seconda della temperatura dell'acqua e delle dimensioni dei rami) e lavorarli subito, ma a questo punto, secondo me, è meglio lasciarli coperti da un panno umido o sotto un nylon per qualche ora e poi si possono lavorare alla perfezione (con l'acqua calda si fa più in fretta e si possono lavorare anche subito); per quelli rossi si avrà bisogno di un poco più di ammollo di quelli bianchi.