Ammollo dei salici

L'ammollo del salice è un punto che scoraggia molti dal voler lavorare con il salice.

Questa guida ti aiuterà anche a imparare a immergerli come un professionista.

Gli errori e i fallimenti iniziali ne fanno parte e difficilmente possono essere evitati, ma non dovresti lasciarti scoraggiare.

Dopo poco tempo, i successi ti ricompenseranno riccamente.

 

Metodi di ammollo:

Sono diversi metodi di ammollo.

 

TEMPI DI AMMOLLO PER SALICI CON CORTECCIA:

 

Immersione in acqua fredda:

 

• Vantaggio: rispetto dell'ambiente, risultato di ammollo molto uniforme, non necessita di energia, molto facile da realizzare.

• Svantaggio: tempi di ammollo lunghi o molto lunghi.

 

Immersione in acqua calda (fino a circa 80°):

 

• Vantaggio: rapido ammollo, solitamente durante la notte nel caso di salici con corteccia.

• Svantaggio: elevata richiesta di energia necessaria per mantenere costante l’acqua calda.

• Vantaggio, ammollo estremamente rapido, anche i salici più duri vengono ammollati in poche ore.

• Svantaggio: Fabbisogno energetico estremamente elevato, se si cuoce a vapore troppo a lungo, la corteccia può staccarsi. Elevato impegno tecnico.

 

Immersione in acqua 60°

 

Si può immergere il salice in acqua a 60° senza il bisogno di temperatura costante, l’acqua dovrà essere sostituita ogni giorno sula base della lunghezza del salice, si calcola un giorno di ammollo ogni 30 cm di lunghezza.

 

Il tempo di ammollo dipende dalle seguenti condizioni e proprietà:

• Salice scortecciato o non scortecciato.

• Spessore/lunghezza dei bastoncini di salice

• Varietà di salice

• Durezza dell'acqua

• Temperatura dell'acqua

 

Non è quindi possibile fornire una dichiarazione generale. Tuttavia, esiste una procedura che è relativamente certa per portare al successo. Questo funziona per ogni salice.

Innanzitutto è necessario sapere che la corteccia del salice funge da membrana e impedisce un rapido ammollo del salice non scortecciato. Pertanto, il salice scortecciato si ammorbidirà in poche ore, mentre il salice non scortecciato può richiedere diversi giorni.

È anche utile creare una tabella o un quaderno per registrare i tempi di ammollo del rispettivo salice alla rispettiva temperatura. Queste informazioni ti saranno sempre utili in seguito. Tuttavia, questo è vero solo finché prendi l'acqua dalla stessa fonte. In un luogo diverso e/o con una diversa durezza dell'acqua, questa può essere completamente diversa e il tempo di ammollo può variare e

cambiare a seconda del valore fino al doppio o addirittura alla metà.

I salici dovrebbero essere ammorbiditi in acque tranquille. La ragione di ciò è che durante l'ammollo si forma uno strato di muco, che successivamente si ritira parzialmente nel salice quando riposa ed è responsabile dell'elasticità del medesimo.

Nell'acqua corrente, questo strato può essere lavato via, rendendo fragile il salice. Hai già immerso i salici con successo in uno specchio d'acqua che scorre? Allora sei stato fortunato o l'acqua scorreva lentamente oppure i salici sono stati messi in un posto tranquillo nella zona salmastra.

Anche l'ammollo troppo lungo è veleno per i salici per gli stessi motivi.

Quanto tempo è abbastanza allora?

Di seguito si scegli l’opzione per acqua fredda, poiché questa è la variante più utilizzata, vedere la pagina seguente.

 

TEMPI DI AMMOLLO PER SALICI SCORTECCIATI:


(salice bianco, salice bollito rosso e salice bollito nero)

A seconda dei punti sopra menzionati come la lunghezza del salice, la temperatura dell'acqua, ecc., il tempo necessario può essere da 30 minuti a qualche ora. Verificare con il test del polso, circa ogni 30 minuti. (solitamente quando il salice si può attorcigliare attorno al polso senza che si rompa, il salice è idratato).

 

TEST DEL POLSO:

 

Per salici corti controllare due volte al giorno con il test del polso, per salici più lunghi da 160 cm è sufficiente una volta al giorno.

Per controllare, fai il test del polso. Prendi un salice con l'estremità spessa in mano e cerca di avvolgere il resto intorno al polso che la tiene. L'asta di salice non deve rompersi.

 Non appena il salice si sente flessibile intorno al polso, il salice DEVE essere rimosso dall'acqua.

Se il salice non è ancora pronto, riprovare dopo un po' fino al momento giusto.

Per favore non risciacquate il salice quando è idratato, ma lasciatelo così com'è, compresi i residui di muco.

Mettete ora il salice nella carta stagnola o in panni umidi e lasciatelo riposare per qualche ora, facendo attenzione a non farlo seccare.

Un consiglio: se aggiungete una piccola porzione di ammorbidente all'acqua, i salici diventeranno ancora più elastici e l'odore fastidioso causato da tempi di ammollo più lunghi sarà ridotto.

IMPORTANTE: NON sciacquare i salici dopo l'ammollo e prima del riposo. Risciacquare appena prima dell'uso.

Immergete solo una quantità che potete utilizzare in 3 giorni, massimo 4 giorni. Ciò eviterà che il salice umido ammuffisca a causa del lungo periodo di permanenza.

Assicuratevi di prendere solo pochi salici che stai lavorando dai panni umidi. Il salice si asciuga più velocemente di quanto pensi.